Ben Hur 3D, remake che teme il confronto

Effetti speciali a go-go, 3d a disposizione e anche, in aggiunta, set italiano proprio come 57 anni fa nella versione cult di William Wyler (11 Oscar) con Charlton Heston girata a Roma. Eppure il Ben Hur 3D diretto dal kazako Timur Bekmambetov (I guardiani della notte, Wanted), in sala dal 29 settembre con Eagle Pictures, con Jack Huston-Ben-Hur, teme il confronto con l'originale. Anche troppo. E non si tratta solo dell'improponibile confronto tra Charlton Heston e l'attore inglese Jack Huston, ma anche della realizzazione dei dialoghi, dello stesso 3d e della prospettiva new age dei personaggi. Peccato, perché il remake che avrebbe rinnovato un peplum storico alle generazioni di oggi manca all'appuntamento. Di fatto questo film, costato circa 100 milioni di dollari e uscito negli Usa nell'agosto di quest'anno, ha incassato ad oggi poco più di 26 milioni di dollari a cui si aggiungono i 56 milioni sul mercato estero in cui il film è già uscito.

ANSA

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Roma

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...